Atti unici divertenti e farse

Opere che non costituiscono spettacolo completo



Elenco

A SÈT AGN S’È PÖTÈI E A SETÀNTA S’È AMÒ CHÈI

Genere

Atto unico comico, adatto per il Natale

Durata

40 minuti

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 5, di cui 2 maschili e 3 femminili

Tema

Un litigio

Trama

Antonio e Paolo, due amici per la pelle, litigano per motivi futili e non si frequentano da un anno. È la vigilia di Natale e le loro mogli, con l’aiuto di una nipote, studiano uno stratagemma per rappacificarli. Imitandone la grafia, mandano all’uno una lettera di scusa da parte dell’altro. Al momento il trucco funziona, ma in seguito viene scoperto e si torna alla situazione di partenza. Solo la pazienza della nipote riuscirà alla fine a vincere la testardaggine dei due litiganti.

Significato

Certe rotture diventano insanabili, non per la gravità del fatto che le ha causate, ma per l’intestardirsi dei due litiganti in un falso orgoglio che rende difficile chiedere scusa.

A ÓLTE CONVÉ CÓL PENSÉR TURNÀ ENDRÉ

Genere

Atto unico, divertente, ma pensoso

Durata

h 1

Scenografia

Un’osteria di un tempo

Personaggi

n. 12, di cui 9 maschili e 3 femminili

Tema

Quadretto della vita povera, ma solidale della civiltà contadina.

Trama

Nell’osteria di Giacomina vanno e vengono figure di un tempo, ormai scomparse, che si intrecciano alle vicende della famiglia dell’oste. I vecchi suoceri sono preoccupati per il futuro della vedova: suo figlio si farà sacerdote ed ella, alla loro morte, rimarrà sola e senza sostentamento. Desiderano che sposi Tonio, uno scapolone rozzo, ma buono e onesto, la cui timidezza rende ardua l’impresa.

Significato

Tra poveri la solidarietà è maggiore.

Note

disponibile anche in lingua italiana

Trama

Camera Bèpi

Genere

serie di quattro scenette comiche

Durata

15 minuti l’una

Scenografia

il salone di un parrucchiere

Personaggi

5 maschili e 2 femminili, 2 maschili e 3 femminili, 4 maschili e 1 femminile, 4 maschili e 4 femminili

Tema

le disavventure di un barbiere stravagante e dei suoi strampalati clienti.

Trama

nella bottega del barbiere si incontrano e si intrecciano persone e vicende curiose e paradossali.

Significato

ogni persona è un universo a sé, spesso incomprensibile agli altri.

Carosello

Genere

serie di otto scenette che si ispirano al Carosello

Durata

15 minuti l’una

Scenografia

tinello

Personaggi

2 maschili e 2 femminili

Trama

CHE DISGRÀSSIA, ME G’HO FAT TRÉDES!

Genere

Atto unico comico

Durata

45 minuti

Scenografia

tinello

Personaggi

n. 9, di cui 5 maschili e 4 femminili

Tema

Una vincita al totocalcio.

Trama

Un muratore vince al totocalcio una somma ingente. La moglie, esaltata, diffonde la notizia e si dà alle spese pazze. Inizia la processione di amici, parenti e conoscenti che chiedono denaro. Alla fine della giornata, le somme elargite superano quella vinta e per di più l’amico, incaricato di giocare la schedina, confessa di esserselo scordato.

Significato

I soldi di fortuna se ne vanno più in fretta di quelli guadagnati.

Genere

Commediola giallo-comica

Durata

40 minuti

Scenografia

un salotto

Personaggi

4 maschili e 2 femminili

Tema

testo scritto nell’intento di coinvolgere il pubblico nella scoperta del l’assassino. (utilizzato nelle cosiddette 'Cene con delitto')

Trama

La finta segretaria del vedovo di una ricchissima e filantropica signora viene trovata uccisa. I sospetti ricadono sui presunti beneficiari, tutti gravati da indizi.

Significato

La verità è spesso nascosta sotto il velo dell’apparenza

DIO I A CREA E PÒ I A PÉRA

Genere

Atto unico comico

Durata

30 minuti

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 5, di cui n. 2 maschili e n. 3 femminili

Tema

I matti stanno bene assieme

Trama

Peppino non ne può più di ospitare il cognato vedovo, capostazione in pensione con la mania di far partire i treni ad ogni ora del giorno e della notte. Intima a sua moglie di sbarazzarsene. La povera donna, consigliata da un’amica, combina un matrimonio tra lui e la casellante in pensione. L’amica è convinta di fare un dispetto alla casellante e invece le fa un grande favore. Anch’ella, infatti, ha la mania di alzare e abbassare le sbarre! I due matti partono felici per il viaggio di nozze. Trascorreranno la prima notte vicino alla Stazione Centrale di Milano, così potranno far partire treni ogni momento.

Significato

A volte si pensa di fare un dispetto ed invece si fa un favore

Note

disponibile anche in lingua italiana

ZÉL E CALÙR

Genere

farsa natalizia

Durata

45 minuti

Scenografia

Un tinello

Personaggi

2 maschili e n. 4 femminili

Tema

L'integrazione

Trama

per far conoscere ai suoi familiari il ragazzo extra-comunitario di cui è innamorata, una ragazza lo introduce in casa spacciandolo per l’idraulico che deve riparare la caldaia, rottasi proprio la vigilia di Natale.

Significato

la conoscenza diretta di persone di culture e religioni diverse aiuta a superare i pregiudizi degli uni nei confronti degli altri.

G’HO ‘NCONTRÀT LA VÓLP E ÈL GAT

Genere

atto unico, commissionato dal Comune di Brescia nell’ambito del programma di prevenzione delle truffe agli anziani e recitato nelle cinque circoscrizioni dai Vigili Urbani di Brescia.

Durata

h 1

Scenografia

Un salotto

Personaggi

n. 8 di cui 4 maschili e 4 femminili

Tema

tre condomini anziani, vittime di truffe, l’uno all’insaputa dell’altro.

Trama

Il Gatto e la Volpe, usando modalità diverse, truffano tre anziani, che, pur essendo amici, non si confidano per paura di essere derisi. Quando questa barriera psicologica viene superata, alla depressione subentra la rabbia e il desiderio di avere giustizia.

Significato

La finalità del testo è di informare gli anziani sugli stratagemmi usati dai truffatori per metterli in condizione di saperli riconoscere e non cadere nelle loro trappole; convincerli della necessità di denunziare i fatti criminosi alle Autorità e di avvalersi dell’aiuto psicologico ed economico messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale di Brescia

I MIRÀCOI DEL COMPUTER

Genere

Atto unico molto comico

Durata

30 minuti

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 6, di cui 3 maschili e 3 femminili

Tema

Storia di una nonnetta arzilla che fa la cubista in discoteca

Trama

In famiglia più nessuno sopporta la nonna Rosina che passa le sue notti in discoteca e torna a casa all’alba. La nipote, tramite Internet, fa arrivare un vecchio chitarrista e cantante rap. Insieme andranno in tournée e in famiglia tornerà finalmente la quiete. Ma, ahimè, la tournée viene posticipata di un anno. Ora sono due i vecchi scatenati da sopportare! Suonano e cantano a tutte le ore e la vita diventa un inferno, ma la loro vitalità diventerà contagiosa e anche il resto della famiglia si unirà al loro gruppo musicale.

Significato

Anche gli anziani hanno il diritto di divertirsi e di esprimere la loro vitalità.

ÈL DIÀOL E L’ACQUA SANTA

Genere

Atto unico comico

Durata

20/30 minuti

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 5, di cui 2 maschili e 3 femminili

Tema

La gelosia

Trama

Una moglie trova tracce di rossetto sulla camicia del marito e si confida con un’amica, raccomandandole di custodire il segreto. Costei, invece di scoraggiare gli assurdi sospetti, dà corpo alle ombre e divulga la notizia per tutto il paese. Tutti puntano il dito contro l’ignaro e innocente marito, soprattutto la cognata … finchè non si scoprirà che ad essere tradita è proprio lei e il marito infedele è il suo!

Significato

L’ironia della sorte fa capitare a noi ciò che rimproveriamo agli altri

ÈL MIRÀCOL DE NEDÀL

Genere

Atto unico, comico, ma anche struggente, adatto per il Natale

Durata

30 minuti

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 6, di cui 3 maschili e 3 femminili.

Tema

La solidarietà.

Trama

È la vigilia di Natale, Daniela è indaffarata nei preparativi del cenone. Suo marito ha invitato il suo ricchissimo principale e la moglie. Il padrone di casa torna con un ragazzo malconcio e febbricitante, raccattato per strada, che si stringe al petto un violino. Lo soccorrono e lo mettono a letto, perchè temono che i ricchi ospiti lo vedano e ne restino disgustati. Il principale e la signora arrivano e vengono accolti con deferenza e rispetto. La signora Camilla è depressa e Daniela, con le sue continue gaffe, peggiora la situazione. Per di più il ragazzo si sveglia ed entra nella stanza suonando il violino. Ma, con grande sorpresa dei padroni di casa, Camilla e suo marito gli vanno incontro a braccia aperte. Il ragazzo col violino, infatti, è il loro figlio creduto morto.

Significato

Un piccolo atto di solidarietà può alleviare grandi sofferenze

Note

disponibile anche in lingua italiana

ÈL VÉDOV DELA FLAMINIA

Genere

Atto unico comico

Durata

30 minuti

Scenografia

Un ambulatorio

Personaggi

n. 3 maschili

Tema

L’eccessivo attaccamento di certi uomini alla propria automobile

Trama

Un meccanico deve dare all’amico l’infausta notizia che la sua storica Lancia Flaminia non è più riparabile. Non ne ha il coraggio e chiede al medico di dargli la notizia al suo posto.Ma, ahimè, la moglie del malcapitato ha lo stesso nome della sua automobile ed egli capisce che è lei che dovrà essere rottamata.

Significato

Quando si cercano vie traverse, perché non si ha il coraggio di affrontare direttamente il problema, si causano guai maggiori.

LA BÈLA ETÀ

Genere

Atto unico, comico, adatto per anziani

Durata

30 minuti

Scenografia

Una stanza camera-cucina

Personaggi

n. 4, di cui n. 2 maschili e n. 2 femminili

Tema

Un equivoco scatena la gelosia

Trama

La vecchia fidanzata di Carletto viene a sapere che lui va in giro con la Graziella. La sua gelosia si scatena, ma alla fine della vicenda, scoprirà che la Graziella non è la fornaia, ma una bicicletta.

Significato

La divertente vicenda è un pretesto per insegnare agli anziani, che vivono soli, quali precauzioni prendere per evitare incidenti tra le mura domestiche.

LA CÙA DELA STÈLA COMETA

Genere

Atto unico, comico, adatto per il Natale

Durata

30 minuti

Scenografia

Una canonica

Personaggi

n. 5, di cui n. 1 maschile e n. 4 femminili

Tema

La solidarietà

Trama

Teresa e Paola, due parrocchiane attive, raccolgono fondi per acquistare una stella cometa d’argento da mettere sopra il Presepio alla Messa di Natale, ma don Redenzio le convince a devolvere la somma ad una loro boriosa e superba amica, caduta in disgrazia

Significato

I veri atti di devozione sono le buone azioni

Note

disponibile anche in lingua italiana

LA CONTESSA DEI SORÈCH

Genere

Atto unico, comico, adatto per il Natale

Durata

30 minuti

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 5, di cui n. 1 maschile e n. 4 femminili

Tema

Un matrimonio combinato

Trama

Teresa vuol fare sposare la figlia al contino gobbo e malaticcio, ma la ragazza ama lo squattrinato e bel Gigetto e chiede l’aiuto dei nonni. I due vecchietti scandalizzano la contessa raccontando di strane abitudini della nipote e mandano a monte il matrimonio.

Significato

Un marito ricco non garantisce un matrimonio felice

LA FÈSTA DELA MAMA

Genere

Atto unico, comico, adatto per la festa della mamma

Durata

h 1

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 12, di cui n. 5 maschili e n. 7 femminili

Tema

Una figlia organizza per la madre una festa in diretta TV

Trama

È la festa della mamma e la figlia invita una troupe televisiva a filmare l’avvenimento. La presenza delle telecamere eccita le partecipanti che, per risultare più interessanti, ne raccontano di cotte e di crude sulla loro famiglia.

Significato

Pur di apparire in televisione, certe persone sono disposte a fare magre figure

Genere

Atto unico comico

Durata

30 minuti

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 4, di cui 3 maschili e 1 femminile

Tema

La paura dei mariti di essere traditi.

Trama

Tre professionisti, in seguito a battute maliziose nei loro confronti, temono che le loro mogli li tradiscano col tecnico della lavatrice. L’elettrodomestico, infatti, si guasta con sospettosa frequenza e decidono di sbarazzarsene. Furbescamente convincono le mogli a sostituirlo con l’ultimo ritrovato della scienza e della tecnica che altro non è che l’antico mastello delle nonne che le giovani mogli non hanno mai visto.

Significato

Quanto è facile per certi uomini darla a bere a certe donne!

Genere

Atto unico comico, adatto per il Natale

Durata

40 minuti

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 5, di cui 2 maschili e 3 femminile

Tema

Un litigio

Trama

Antonio e Paolo, due amici per la pelle, litigano per motivi futili e non si frequentano da un anno. È la vigilia di Natale e le loro mogli, con l’aiuto di una nipote, studiano uno stratagemma per rappacificarli. Imitandone la grafia, mandano all’uno una lettera di scusa da parte dell’altro. Al momento il trucco funziona, ma in seguito viene scoperto e si torna alla situazione di partenza. Solo la pazienza della nipote riuscirà alla fine a vincere la testardaggine dei due litiganti

Significato

Certe rotture diventano insanabili, non per la gravità del fatto che le ha causate, ma per l’intestardirsi dei due litiganti in un falso orgoglio che rende difficile chiedere scusa.

LA PRINCIPESSA DEL ROAÎÒT

Genere

Atto unico comico

Durata

h 1

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 11, di cui 7 maschili e 4 femminili

Tema

Un matrimonio combinato

Trama

La nuora vedova Teresa è depressa da quando sua figlia si è sposata e tutti, ognuno all’insaputa dell’altro, le trovano un pretendente. In realtà Teresa l’ha già trovato per conto suo ed è preoccupata, perché non sa come annunciarlo al resto della famiglia. All’appuntamento, fissato per caso alla stessa ora e nello stesso luogo, la vedova si troverà alle prese con ben quattro spasimanti.

Significato

Può accadere che le belle sorprese sfocino in sgradevoli guai

LA SINDROME DELA TURTA

Genere

Testi comico

Durata

h 1

Scenografia

lo studio di una psichiatra

Personaggi

n. 3, di cui 2 femminili e 1 maschile

Tema

satira della psicanalisi

Trama

La protagonista soffre di una strana sindrome: arriva in ritardo di un’ora ad ogni appuntamento. Si rivolge ad una illustre psichiatra, che l’analizza con i metodi classici della psicanalisi (libere associazioni, ipnosi …) e scopre il dramma infantile, causa di tutti i suoi mali. In realtà, il motivo dei suoi ritardi è molto più banale: l’ora legale.

Significato

Critica ad una semplicistica psicologia che attribuisce sempre i comportamenti deviati dei figli a traumi psicologici risalenti all’infanzia e ascrivibili alle manchevolezze dei genitori.

LA SUPLENTE DEL DUTÙR

Genere

Atto unico comico

Durata

15 minuti

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 5, di cui 2 maschili e 3 femminili

Tema

Uno scambio di persone

Trama

Piero è ammalato ed aspetta il medico. Arriva la compagna di scuola della figlia e, scambiandola per la supplente del dottore, pretende di essere visitato da lei, che, invece, scappa terrorizzata

Significato

Banali equivoci possono far nascere spiacevoli situazioni

Genere

Atto unico comico, in rima baciata

Durata

20 minuti

Scenografia

Un ambulatorio

Personaggi

n. 2 maschili

Tema

Dedicato ai medici che ingozzano i pazienti di medicine

Trama

Un paziente, affetto da una curiosa malattia che lo costringe a parlare in rima, chiede aiuto al dottore. Il medico gli prescrive una terapia, che si rivela efficace, ma come effetto collaterale, fa ammalare il dottore della stessa malattia ed ora è lui che parla in rima! Ben presto l’effetto della medicina si annulla e il paziente ha una ricaduta. Ora entrambi parlano in rima e cambiano lavoro: faranno gli attori

Significato

Se gli effetti collaterali delle medicine ricadessero sui dottori, essi forse sarebbero più prudenti nelle prescrizioni mediche

Genere

Atto unico brillante, ma patetico

Durata

30/40 minuti

Scenografia

La sala d’aspetto di una stazione ferroviaria

Personaggi

n. 2 femminili + 2 comparse – le attrici devono saper ballare e cantare

Tema

Due anziane si incontrano in una sala d’aspetto. Prima si disprezzano, poi si conoscono e diventano amiche

Trama

Una vecchia donna, vissuta in convento, conosce una coetanea ex-chanteuse degli anni trenta, caduta in disgrazia insieme al duce e decisa a ritornare alla ribalta. L’ex-orfana vuole unirsi a lei per avere dalla vita ciò che le è stato negato. Dall’ex-chanteuse impara il can can, la mossa… Ma, quando finalmente arriva l’impresario che dovrebbe accompagnarle in tournée, il pubblico si accorge che egli è un infermiere che le riporterà là da dov’erano scappate: in manicomio

Significato

Se, in tarda età, il bilancio della vita è amaro e insoddisfacente, è ancora possibile progettare un futuro felice e gratificante…quanto meno con la fantasia!

Note

disponibile anche in lingua italiana

LA VIGILIA DE NEDÀL

Genere

Atto unico, comico, adatto per il Natale

Durata

30 minuti

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 6, di cui 1 maschile e 5 femminili

Tema

La gelosia degli anziani

Trama

La nonna Rosina è arrabbiata con la nuora, che ha invitato al cenone della Vigilia di Natale un’antica fiamma del nonno. Il tarlo della gelosia dà corpo alle ombre e Rosina si convince che suo marito sta per fuggire con la vecchia fidanzata. L’equivoco si chiarirà dopo una serie di situazioni equivoche e divertenti

Significato

Amore e gelosia non muoiono col sopraggiungere della vecchiaia e non dobbiamo stupirci o scandalizzarci di fronte agli anziani che vivono questi sentimenti

Note

disponibile anche in lingua italiana

LE MADONE LE STA BE PÜTÜRÀDE SÖI MÜR

Genere

Atto unico comico

Durata

h 1

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 8, di cui 4 maschili e 4 femminili

Tema

Una suocera impicciona

Trama

Trama: La nuora ogni giorno si assenta da casa e torna accalorata. La suocera sospetta un tradimento e riunisce il marito e i consuoceri per discutere della faccenda. Ma anche il figlio ha strani comportamenti: si fa bello, esce e torna accalorato! La faccenda si complica tra equivoci continui, che coinvolgono anche i presunti amanti, ma alla fine tutto si chiarisce.Entrambi gli sposini, nascostamente, andavano a lavorare per poter fare l’uno all’altro un costoso regalo in occasione dell’anniversario di matrimonio

Significato

Quando i suoceri si intromettono nella vita coniugale dei figli, commettono pasticci

L’OMBRÈL …

Genere

scenette brevi ed esilaranti

Durata

scelte opportunamente possono costituire uno spettacolo di cabaret della durata di un’ora.

Scenografia

a piacere

Personaggi

da un minimo di due

Tema

situazione comiche e assurde

Trama

Situazioni della vita di ogni giorno, rese paradossali e comiche dalle considerazioni e dai dialoghi di personaggi estrosi e imprevedibili.

Significato

I tipi strani sono i più interessanti da conoscere

ME FIÖLA LA SPUSA ÈN SIÒR

Genere

Atto unico comico

Durata

50 minuti

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 4 (+ n. 1 comparsa), di cui 2 maschili e 2 femminili

Tema

La figlia di un mandriano sposerà il figlio di un ricchissimo industriale

Trama

Caterina e Battista sono in apprensione, perchè stanno per arrivare i futuri consuoceri, che portano un nome altisonante dell’industria italiana. Li ricevono con tutti gli onori, ma…i due “milionari” hanno un aspetto dimesso e non hanno alcuna intenzione di pagare il pranzo di nozze. Dopo una serie di esilaranti discussioni fra i quattro, si chiarisce l’equivoco: il cognome altisonante è solo un soprannome. In realtà i consuoceri sono povera gente e il pranzo nuziale si consumerà con polenta e formaggio

Significato

Essere se stessi, senza affaticarsi a voler far credere agli altri di essere più di quello che si è o di avere più di quello che si ha, ci pone al riparo da guai e da magre figure

MOÉR E BÓ DEL PAÉS TÓ

Genere

Atto unico brillante

Durata

h 1

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 13, di cui 4 maschili e 9 femminili

Tema

Un incontro al buio

Trama

A causa della presenza della madre, Franco non può incontrare la donna conosciuta tramite un annuncio sul giornale a casa sua e le dà appuntamento presso un suo ignaro amico. Da questa situazione di partenza nascerà una serie di equivoci. Alla fine tutto si chiarirà e ciascuno dei numerosi personaggi troverà l’anima gemella nel proprio paese

Significato

Cerchiamo lontano chi abbiamo accanto

Genere

dialogo natalizio

Durata

30 minuti

Scenografia

i giardini pubblici

Personaggi

1 maschile e 1 femminile

Tema

confronto tra due opposte personalità: un misantropo e una donna che soffre di solitudine

Trama

Soffocato da una parentela troppo numerosa e chiassosa, il protagonista desidera trascorrere la vigilia di Natale da solo, al buio e nel silenzio, ma si imbatte in una strana signora che ad ogni costo vuole tenergli compagnia

Significato

Basta poco per alleviare le sofferenze degli altri

Genere

giallo-rosa

Durata

45 minuti

Scenografia

un elegante salotto

Personaggi

3 maschili e 3 femminili

Tema

testo scritto per coinvolgere il pubblico nella ricerca dell’assassino. (utilizzato nelle cosiddette “Cene con delitto”).

Trama

La ricca zia è vittima di ripetuti attentati alla sua vita e si rivolge ad un famoso investigatore che, indagando scopre che ogni membro della famiglia nasconde una sua magagna

Significato

Non è tutto oro quello che riluce

COME L’È BRÀA ME NUORA!

Genere

farsa

Durata

15 minuti

Scenografia

il tinello di una casa modesta

Personaggi

3 femminili

Tema

rapporto suocera – nuora

Trama

Due anziane amiche, conversando familiarmente, vanno a gara nell’esaltare le virtù domestiche delle giovani nuore. In realtà entrambe fanno loro da serve

Significato

Significato: Salvare le apparenze è faticoso e spesso inutile.

SE ME GIRA LA CREÈLA

Genere

Atto unico, esilarante

Durata

h 1

Scenografia

un tinello

Personaggi

n. 7 (+ 4 comparse), di cui 3 maschili e 4 femminili

Tema

La terapia di gruppo

Trama

Peppino si crede Napoleone. Col colapasta in testa e la spada in pugno, taglia i culmi del granoturco e le teste delle galline dei vicini, convinto di uccidere soldati austriaci. Peppino pensa che sua moglie sia Giuseppina, sua madre Letizia, sua cognata la vivandiera e don Redenzio il cappellano militare.Un insigne psichiatra applica la terapia di gruppo per provocare nel malato una crisi di identità. Il professore si mette in testa il colapasta, impugna la spada e dice a Peppino di essere Napoleone. Le donne confermano e Peppino si convince di non essere Napoleone, ma proprio in quel momento entrano gli infermieri del manicomio. Pensano che il matto sia il professore e lo rinchiudono in manicomio assieme alle donne e a don Redenzio e si complimentano con Peppino che è riuscito a mantenersi sano di mente in mezzo a tanti matti

Significato

La vicenda stigmatizza le teorie che coinvolgono i parenti colpevolizzandoli e deresponsabilizzando il familiare problematico.

SE FA PRÈST A DÌ ÈN MILIARDO!

Genere

Atto unico comico

Durata

50 minuti

Scenografia

un tinello

Personaggi

n. 6 (+ 2 comparse), di cui 3 maschili e 3 femminili

Tema

Piero si trova con un figlio non suo e una valigia di soldi rubati da altri. Che fare? Tenersi i soldi e rifiutare il figlio?

Trama

La bella sposina si diverte, in assenza del marito, col giovane pensionante studente di medicina ed è in dolce attesa. Piero è felice: il bimbo nasce sano e rubicondo e non somiglia affatto a lui che è smorto e malaticcio! Ma un altro fatto gli succede nella stessa giornata. Un vecchio amico lo viene a trovare e gli lascia in consegna una valigia. Solo casualmente Piero scopre che è piena di soldi rubati! La situazione, via via sempre più complicata, lo porta al manicomio. Nel silenzio e nella solitudine ha modo di riflettere e di prendere due sagge decisioni: si terrà il bambino, incolpevole della disonestà della madre e restituirà i soldi rubati

Significato

Affrontare la realtà con onestà può essere doloroso o contrario al nostro interesse materiale, ma in cambio ci dà un bene inestimabile: la tranquillità della coscienza.

Genere

monologhi e dialoghi caratterizzati da un umorismo illogico, assurdo e paradossale

Durata

scelte opportunamente, le scenette possono costituire uno spettacolo di cabaret della durata di un’ora e più

Scenografia

a piacere

Personaggi

n. 2: 1 maschile e 1 femminile

Tema

situazioni ovvie, che raccontate e sviscerate come se fossero serie e importanti, diventano paradossali e creano un umorismo irresistibile

Trama

marito e moglie alle prese con le situazioni domestiche più banali, a forza di analizzarle, le fanno diventare assurde

Significato

un’analisi eccessiva di problemi che non la meritano, li ingigantisce e li rende irrisolvibili o porta a conclusioni illogiche

Note

traduzione di alcuni brani dell’omonima opera di Karl Valentin

VÒÎA DE LAURÀ SÀLTEM ADÒS

Genere

Atto unico comico

Durata

h 1

Scenografia

Un tinello

Personaggi

n. 4: 3 maschile e 1 femminile

Tema

È faticosa la vita di che nasce stanco

Trama

Per Peppino alzarsi al mattino ed andare a lavorare è un sacrificio insopportabile, ma ecco che dall’Olanda giunge da un lontano parente una ricca eredità. In cambio Peppino e sua moglie dovranno occuparsi del suo Narciso! Convinti che si tratti di una piantina da annaffiare, Peppino e Gina accettano l’eredità, per poi scoprire che si tratta invece del figlio dello zio: un bambinone mal cresciuto, viziato, capriccioso e prepotente, da cullare, far giocare, allattare col biberon, lavare e vestire come un neonato! La loro vita diventa un inferno al punto che Peppino preferisce rinunciare all’eredità e tornare al lavoro…ma…il bambinone rimarrebbe solo ed, inoltre, ormai nutrono per lui un grande affetto. Si terranno Narciso, anche senza eredità. Narciso si palesa: in realtà lui è lo zio, che è ricorso a questo espediente per mettere alla prova l’onestà e la bontà d’animo dei nipoti, prima di fare testamento in loro favore. Così Peppino torna alla situazione di partenza: niente soldi e niente figlio, ma l’aver provato ad essere padre ha fatto nascere in lui la voglia di lavorare ed il suo problema è risolto

Significato

Per avere voglia di vivere, lavorare e fare bisogna avere uno scopo nella vita

Genere

comico

Durata

h 1

Scenografia

Un elegante tinello

Personaggi

n. 10, di cui 3 maschili e 7 femminili

Tema

Due ricche signore annoiate si dedicano alla solidarietà per svago

Trama

Virginia e Monica, due ricche signore annoiate, fondano l’Associazione umanitaria “NOI PER VOI” e cercano i bisognosi di aiuto tramite Internet. La casa si affolla di pazzi e criminali e le due non sono in grado di gestire la situazione. Dopo scene esilaranti, i problemi si risolveranno e le due signore torneranno a dedicarsi alle sole cose che sanno fare: beauty-center, palestra, tennis, piscina e shopping

Significato

La solidarietà non è un passatempo, ma un impegno che richiede spirito di sacrificio e adeguate capacità