Scuole

Opere adatte a recitazioni scolastiche



Elenco

Genere

recita adatta ad ogni occasione

Durata

h 1

Scenografia

Un’aula scolastica

Personaggi

11 ragazzi + 6 adulti

Tema

L’integarzione razziale

Trama

Significato

Ogni religione ha i suoi riti e i suoi Dei, ma tutte insegnano l’amore per il prossimo

Genere

recita adatta ad ogni occasione

Durata

30 minuti

Scenografia

un giardino fantasioso

Personaggi

da 10 a 15 ragazzi – 4-5 anziani

Tema

messa a confronto tra i valori della civiltà contadina con quelli di oggi

Trama

Significato

I valori si sono capovolti

Genere

atto unico brillante

Durata

h1 15m

Scenografia

l’austero salotto di una famiglia d’altri tempi

Personaggi

n. 8, di cui 5 femminili e n. 3 maschili

Tema

Tratto dalla tragedia “La casa di Bernarda Alba” di Garcia Lorca, rivisitata in chiave comica

Trama

Tre sorelle, sorvegliate dall’austera matrigna, devono rispettare otto anni di lutto stretto per la morte del severo padre. Con l’aiuto del furbo giovane di studio del notaio, tramite travestimenti, equivoci e sotterfugi, troveranno l’amore e si libereranno della matrigna e della sorellastra

Significato

Un’educazione troppo rigida causa gli stessi guai di un’educazione troppo permissiva

Note

il testo, disponibile solo in lingua italiana, è stato scritto come prova d’esame di lingua straniera per la Scuola media francese di Beaufort en Anjou

CHE STRÈSS FÀ ÈL CAVALIERE

Genere

atto unico, divertente

Durata

h1

Scenografia

Due ambientazioni: una stanza del castello e un giardino incantato

Personaggi

n. 10, di cui 8 maschili e 2 femminili; il narratore e una folla festante

Tema

cavalieri di ieri e cavalieri di oggi

Trama

Enide vuole che il suo marito pantofolaio le dimostri di essere un coraggioso cavaliere. A malincuore Erec affronterà nel giardino incantato il feroce Giubilo. Tornerà vittorioso e andrà in televisione a raccontare la sua avventura

Significato

Anche l’uomo più pacifico, se spinto dalla moglie, può gettarsi in imprese più grandi di lui

Note

Testo rivisitato in chiave comica e moderna e liberamente tratto dal romanzo del Ciclo bretone “Erèc e Enide” di Chrétien de Troyes

Genere

commedia brillante, tratta da “L’Ispettore” di Gogol

Durata

h 1

Scenografia

a piacere

Personaggi

n. 16 di cui 9 maschili e 7 femminili

Tema

uno scambio di persona

Trama

Un giovane gaudente e dissipatore entra in città e viene scambiato per l’Ispettore che le Autorità stanno aspettando. Temendo che riferisca al Governo le loro malefatte, lo riempiono di denaro e solo quando il giovinastro se n’è andato giunge il vero Ispettore

Significato

La coscienza sporca fa travisare la realtà

DA SAN MARTÌ A LA FESTA DEL RIGRASSIAMÈNT

Genere

testo desunto da una ricerca fatta dalla Scuola media di Cologne sotto la guida dell’insegnante di religione, Don Gianni Donni

Durata

h 1

Scenografia

un'aia

Personaggi

13 ragazzi + comparse, 1 ragazza, 1 donna di mezza età, 1 anziana

Tema

un anno di vita religiosa della comunità di Cologne ai tempi della civiltà contadina

Trama

Da San Martino fino alla Festa del Ringraziamento, la vita degli abitanti era scandita dal Calendario liturgico

Significato

Mettere a confronto la religiosità di un tempo con quella di oggi

Genere

commedia brillante, tratta da “Pseudolo” di Plauto

Durata

h 1

Scenografia

una piazza

Personaggi

n. 18 di cui 13 maschili e 5 femminili

Tema

un amore contrastato dal padre-padrone

Trama

Calidoro non può sposare Mirrina, perché il padre l’ha promessa ad un soldato macedone in cambio di venti mine d’argento, ma l’astuto servo Pseudolo, con trame e inganni, coronerà il sogno del suo padroncino

Significato

Di fronte all’ingiustizia è legittimo ricorrere all’astuzia

Genere

Commedia comica, tratta da “Il signor di Pourceaugnac” di Molière

Durata

h 1

Scenografia

una piazza

Personaggi

16 maschili e 5 femminili

Tema

un amore contrastato da un padre-padrone

Trama

Per mandare a monte il matrimonio d’interesse che il padre vuole imporre alla sua innamorata, il protagonista ricorre a imbrogli e sotterfugi, che metteranno in fuga l’indesiderato pretendente

Significato

Nessun matrimonio può essere imposto

LA BÈLA E LA BÈSTIA

Genere

Sceneggiatura dell’omonima fiaba

Durata

h 1

Scenografia

Due ambientazioni: la strada e una vecchia cucina

Personaggi

n. 5, di cui 2 maschili e 3 femminili

Tema

Inavvertitamente un povero padre offende la sensibilità della Bestia e per punizione deve mandare da lui una delle sue figlie

Trama

Tre sorelle, orfane di madre, vivono col padre, che finisce nei guai per portare una rosa alla figlia più giudiziosa. Quest’ultima, sentendosi in colpa, si sacrifica e va dalla Bestia. Conoscendolo più profondamente, essa capisce che, sotto il suo orribile aspetto, si cela una persona di grande valore umano e si innamora di lui. Si scioglie così l’incantesimo: la Bestia torna ad essere il bel Principe che era e la ragazza viene premiata

Significato

Per valutare le persone, si deve andare aldilà del loro aspetto esteriorePer valutare le persone, si deve andare aldilà del loro aspetto esteriore

Genere

recita natalizia

Durata

20 minuti

Scenografia

un ufficio militare

Personaggi

11 maschili

Tema

il disarmo

Trama

Un giovane scopre un modo per ridurre in polvere tutti gli armamenti, ma gli uomini riprendono a farsi la guerra con la clava

Significato

La natura umana è irrimediabilmente bellicosa

NEDÀL D’ENCÖ, NEDÀL DE IÉR

Genere

recita natalizia

Durata

30 minuti

Scenografia

un’aia

Personaggi

un gruppo di ragazzi ed alcuni anziani

Tema

il significato del Natale

Trama

Vecchi e ragazzi mettono a confronto il modo di trascorrere il Natale nella civiltà contadina e nella società moderna

Significato

La società consumistica fa dimenticare il vero significato del Natale

Genere

favola

Durata

10 minuti

Scenografia

un cortile del mondo contadino

Personaggi

un gruppo di ragazzi ed alcuni anziani

Tema

far conoscere ai più piccoli come si viveva nella civiltà contadina

Trama

Una bambina orfana vive sola, aiutata da tutti i suoi compaesani, che l’apprezzano per la sua bontà. Un intervento prodigioso premierà lei e la sua gente

Significato

Le società più povere sono più solidali

PIÖV, PIÖV, LA GATA LA FA L’ÖV

Genere

Atto unico spiritoso e allegro

Durata

20 minuti

Scenografia

un tinello

Personaggi

n. 3 femminili (2 donne e 1 bambina)

Tema

Nonna e nipotina non si capiscono perché la prima parla in dialetto e la seconda non lo conosce

Trama

Marisa porta la sua bimba dalla nonna Rosina e gliela lascia in consegna per un’oretta, raccomandandole di rivolgersi alla nipotina in lingua italiana.La bambina non capisce l’italiano maccheronico della nonna e cerca di insegnarle ad esprimersi correttamente, ma l’impresa fallisce. Per capirsi decidono, all’insaputa della mamma, che sarà Rosina ad insegnare il dialetto a Serena. La bimba lo impara subito e finalmente si capiscono, ma, mentre la nonna insegna le filastrocche alla nipotina, la mamma torna e si arrabbia. Subito dopo, però, risentendo le nenie della sua infanzia, capisce che è giusto che sua figlia, oltre all’italiano e all’inglese impari anche il dialetto

Significato

Chi conosce il dialetto non è un ignorante, ma sa qualcosa in più

Genere

commedia brillante, tratta da “Pluto” di Aristofane

Durata

h 1

Scenografia

una piazza

Personaggi

n9 maschili, 4 femminili + i poveri come comparse

Tema

il contrasto tra la Ricchezza e la Povertà

Trama

Per invidia Zeus acceca Plutone, Dio della ricchezza. Asclepio lo guarisce ed ora Plutone può elargire il denaro secondo il merito, ma la situazione non migliora, perché diventando ricco l’uomo diventa ingordo, malvagio e sordo alla sofferenza altrui e l’ingiusta situazione di partenza è destinata a riprodursi per l’eternità

Significato

Povertà e Ricchezza esistono da quando esiste il mondo e sempre ci saranno

QUÀND I TAPÉ I VULÀA…

Genere

Sceneggiatura della fiaba di Aladino

Durata

h 1

Scenografia

Due ambientazioni: il palazzo del sultano e la piazza del mercato

Personaggi

n. 20, di cui 17 maschili e 3 femminili

Tema

Aladino viene in possesso della lampada magica

Trama

Il sultano non riesce ad accasare la Principessa, che rifiuta tutti i pretendenti; intanto il suo malefico ministro trama contro di lui

Significato

L’eterna lotta tra il Bene e il Male può essere vinta solo con l’aiuto divino

CHÈI DE COLOGNE

Genere

scenette e canzoni che illustrano momenti di vita dei Colognesi al tempo della Civiltà contadina

Durata

h 1

Scenografia

un’aia

Personaggi

un gruppo di 15-20 ragazzi

Tema

la civiltà contadina

Trama

Scenette che illustrano episodi, squarci di vita e personaggi del paese di Cologne al tempo della civiltà contadina

Significato

far conoscere ai ragazzi di oggi sensazioni, sentimenti e modi di vivere semplici e più umani di quelli della società odierna; far comprendere che una volta il paese era come una grande famiglia dove tutti si conoscevano e condividevano le gioie , le fatiche e la povertà

Genere

recita natalizia

Durata

30 minuti

Scenografia

un’aula scolastica

Personaggi

n. 9 di cui 7 maschili e 2 femminili

Tema

l’integrazione tra alunni di una stessa classe

Trama

E’ la Vigilia di Natale, ma in una classe multietnica, non per tutti gli alunni è festa. Guidati dall’atipico insegnante di musica, gli studenti parlano ciascuno del significato delle loro diverse religioni e scoprono che è il medesimo: volersi bene come fratelli

Significato

Aldilà dei diversi dogmi e delle diverse liturgie, ogni religione insegna agli uomini ad amarsi come fratelli e figli di uno stesso Padre

Genere

recita natalizia

Durata

20 minuti

Scenografia

una strada

Personaggi

n. 11 di cui 8 maschili e 3 femminili + il coro

Tema

l’evento natalizio

Trama

Alcuni ragazzi scoprono un’invenzione che permette loro di tornare indietro nel tempo e di assistere all’evento natalizio della tradizione cristiana

Significato

riflessione sul vero significato del Natale.n. 11 di cui 8 maschili e 3 femminili + il coro